Trasferimento embrionario e giorni successivi

Tutte le coppie, quando tornano a casa dopo il trasferimento embrionario nella fertilizzazione in vitro si chiedono quali sono le attenzioni da usare fino al test di gravidanza. Cominciamo con il dire che nella maggior parte dei casi il comportamento successivo é praticamente ininfluente.
Il primo problema si pone dopo l’uscita dalla clinica e qui é bene subito chiarire che per tornare a casa si può utilizzare qualsiasi mezzo di trasporto : le vibrazioni o gli scossoni dell’autovettura non possono influenzare l’esito successivo.

Ma la domanda classica dei pazienti é ” cosa possiamo fare e cosa non possiamo fare dopo il trasferimento”

1) Bisogna riposarsi nei giorni successivi al trasferimento?

Il riposo o l’immobilità a letto non aiutano l’impianto degli embrioni trasferiti. Bisogna subito chiarire che l’embrione non può cadere all’esterno dalla cavità uterina in quanto é dotato di una massa ridottissima.

Altra domanda frequente é cosa debbo mangiare e cosa non debbo mangiare?

Non ci sono cibi che aiutano o che interferiscono con l’impianto. Vale la raccomandazione generica, per le persone non immuni al Toxoplasma G. di evitare quei cibi che possono veicolare la toxoplasmosi.

L’unica raccomandazione che ci sembra di poter fare é quella di evitare di assumere altri farmaci oltre a quelli prescritti nel periodo di attesa, vista la teratogenicità di molti farmaci soprattutto nelle fasi iniziali della gravidanza.

Nessun commento

Inizia una nuova conversazione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...