Stimolazione pazienti con bassa riserva ovarica

La stimolazione pazienti con bassa riserva ovarica per la FIVET/ICSI é il problema maggiore di tutta la riproduzione assistita.Il dott Lisi é specializzato nell’elaborazione di protocolli in pazienti con bassa riserva ovarica.La paziente che si sottopone a fecondazione assistita e non risponde alla stimolazione follicolare multipla con gonadotropine si definisce paziente “poor responder”. La paziente poor responder può sperimentare frustranti fallimenti nella stimolazione follicolare multipla, soprattutto se i protocolli di stimolazione follicolare non sono corretti. La paziente poor responder dovrebbe evitare assolutamente un centro di fecondazione assistita massificato dove i protocolli di stimolazione sono standardizzati, ma rivolgersi ad un ginecologo della riproduzione esperto nell’utilizzo delle gonadotropine che riesca a farle produrre un numero di follicoli sufficienti, sempre tenendo presente però che quando la riserva ovarica é fortemente compromessa oltre non si può andare. Altra situazione assolutamente non proponibile é quando il cosidetto luminare affida la paziente al giovane assistente poco esperto di protocolli di stimolazione follicolare : questa situazione é assolutamente da evitare.

Stimolazione pazienti con bassa riserva ovarica

Prima della stimolazione follicolare multipla va eseguita una accurata stima della riserva ovarica per elaborare il protocollo di stimolazione migliore: le tecniche di valutazione della riserva ovarica attualmente in uso sono essenzialmente tre :

  1. Dosaggio di FSH, LH, E2 e Prolattina il 2° o 3° giorno del ciclo Vedi
  2. Dosaggio dell’AMH ( ormone antimulleriano ) in qualsiasi giorno del ciclo, anche in una donna che sta assumendo contraccettivi orali Vedi
  3. Conta ecografica dei follicoli antrali vedi

Questi tre semplici esami ci daranno una idea precisa della riserva ovarica ( il numero di ovociti rimasti in un dato momento ) e ci aiuteranno ad elaborare il miglior protocollo di stimolazione follicolare multipla per quella data paziente. Bada bene che i tre esami predetti ci aiutano anche a individuare la presenza dell’ovaio policistico : anche in questo caso va elaborato un protocollo adeguato per non incorrere nella sindrome da iperstimolazione ovarica.

Per la stimolazione follicolare e uso gonadotropine vedi Wikipedia

Stimolazione ovarica pazienti poor responder

Esistono farmaci e protocolli che nella paziente poor responder dovrebbero essere evitati e altri protocolli e farmaci incoraggiati. Quando l’elaborazione di un protocollo adeguato di stimolazione follicolare fallisce o la riserva ovarica é veramente troppo esigua e la paziente é da considerare poor responder totale, la strada diventa quella della fecondazione eterologa.

Presso la Clinica Villa Mafalda siamo particolarmente attenti ai pazienti poor responder trattandoli con protocolli adeguati.

se ci vuoi esporre la tua situazione puoi scrivere al Dott Franco Lisi  franco.lisi01@gmail.com

125 Risposte a Stimolazione pazienti con bassa riserva ovarica

  1. 

    Buongiorno Dr. Lisi,
    ho quasi 33 anni, mio marito 32 e soffre di oligoteratozoospermia. Sto per ricominciare i controlli per procedere ad una nuova stimolazione. I dosaggi ormonali in terza giornata per la prima stimolazione erano: FSH 19.9 IE/l, Estradiolo 49 e AMH 2.3 pmol/l, conta follicoli antrali 3dx e 1sx (premetto che ho misurato l’FSH altre due volte ed era sempre intorno ai 6 U/L). Con la prima stimolazione ho assunto per 10 gg 300 IE Merional e Decapeptyl 0.1 e ho prodotto solo 1 follicolo di 23mm, e altri 6 inferiori a 8mm. Premetto che ho il ciclo regolare tutti i mesi intorno al 28-30 gg.
    Abbiamo possibilità di ottenere una risposta migliore, magari cambiando protocollo o dosaggi dei farmaci? Ha qualche consiglio da darmi? Abbiamo solo 32 anni e ci sembra presto per arrenderci e magari ricorrere all’ovodonazione.

    Mi piace

  2. 

    Salve gentilissimo Dottore
    Spero che questa volta mi risponda, sono tanto giù. Lei mi aveva già risposto in passato dicendomi che l’eterologa poteva aspettare. Poi purtroppo tutti gli altri miei post sono caduti in secondo piano.
    Fsh 12
    AMH 0,23
    40 anni
    Ho fatto 3 mesi di stimolazioni ovariche con Puregon, questo mese ho pure aggiunto fertipeptil. Risultato primo mese 75 ui al gg, 1 follicolo di 1,6 cm e basta, IUI fallita. Protocollo discutibilissimo. Iniezione di hcg ed inseminazione con seme lavato dopo 30 minuti, io ho chiesto di farla a distanza di 24 ore, ma il medico non c’era. IUI fallita
    Secondo mese 150 ui al gg 2 follicoli di 6 mm in 7ma giornata, endometrio 4 mm. Stimolazione interrotta. Spotting ( ciclo) Terzo mese fertipeptil e Puregon 75 ui gg. un follicolo di 1.1 cm in quinta giornata, e2 131 lh 9,7, in 8 giornata follicolo riassorbito, endometrio 8mm. Lh 6,8 e2 67.Ovaie totalmente vuote, niente follicoli antrali, delle cose proprio insignificanti. Allora a sto punto…perché mi propongono di stimolare ancora ? Non riesco a capire cosa stimolare, se le mie ovaie sono vuote ? Dovrei forse pensare all’eterologa ? Se sì, quanto devo aspettare per essere pronta all’eterologa ?
    Grazie
    Purtroppo io vivo in una piccola cittadina ed il medico che fa PMA è solo 1. Vorrei avere il suo pare Professore.

    Mi piace

  3. 

    Gentile Dottore, vorrei cortesemente chiederle un parere

    Ho 41 anni, siamo da 2 anni e mezzo alla ricerca di un figlio.
    mio compagno è ora nella norma, ma inizialmente siamo entrati nel PMA per un problema di critozoospermia. Sono ipotiroidea con un valore TSH ora nella norma =0,49 con trattamento con Tirosint 125 gr da anni. I miei esami ormonali: l’AMH il 27/10/14 era già basso: 0,8 dove il range è da 2-5; il FSH=7,59 ; un secondo analisi realizzato il 11/12/2015 con valori di AMH= 1,3 mg/mL( range da 0.2 -6.6) e FSH=10.1.
    Endometrio regolare, conta follicoli antrali= ovaio sinistro=AFC5, ovaio destro= AFC3 + 1 follicolo diametro 12 mm. Reclutamento follicolare precoce; Douglass: libero.

    Purtroppo dopo una serie di tentativi ho una bassa risposta alle stimolazioni.

    Le riassumo il mio percorso:
    ho fatto 1 ICSI ad aprile 2015 con beta negativa.

    Nell’aprile 2015 ho fatto la prima stimolazioni. Protocollo con antagonisti con Decapepthyl 0,1 dal 21 gg del ciclo. Due mesi prima assumo del DHEA. Dopo 7 gg prima ecografia , la terapia con Decapepthyl ha provocato una ciste nell’ovaio destro. Continuò con il farmaco per 21 giorni, nessun cambiamento, sospendo trattamento. 3 settimane senza ciclo. Progeffik 5 gg e mi arrivano le rosse. Comincio una terapia per 3 mesi con pillola anticoncezionale.

    Settembre 2015, comincio un nuovo protocollo. Elonva 150 UI il 1 giorno di ciclo. Dal 5 gg inizio Pergoveris 450 UI per 5 giorni, producendo 12 follicoli ovaio destro e due follicoli ovaio sinistro. Dopo il pick up= 4 ovociti, 1 solo ovocito maturo, 1 inseminato, 1 embrione formato (grado A), Beta negative.

    A gennaio 2016 cambio centro, inizio terapia dimagrante per 5 mesi perdendo 10kg. aprile 2016, dal 19 giorno del ciclo comincio protocollo con antagonisti con Suprefact. Dal 2gg di ciclo comincio Pergoveris 300 UI per 7 gg. 4 e 5 follicoli per ovaio= 1 ovocita non bello, non fecondato.
    Ora, a settembre 2016 inizierò un nuovo protocollo. Dal 1 gg di ciclo terapia con Decapepthyl e Elonva 150 UI. Poi in base agli analisi ed ecografia, Meropur 75 UI multidosi 600 e 1200 su indicazioni. poi mi è stato prescritto Gonasi 10000.

    Nel frattempo ho contattato un centro estero che mi hanno suggerito, dovuto alla mia età e il basso numero di ovociti prelevati, l’ovodonazione.

    Mi farebbe piacere avere anche la sua opinione. Cosa ne pensa? Ritiene che potrebbe aver senso anche per me provare questo percorso o dovrei continuare a fare ulteriori tentativi?

    Cordiali saluti e grazie mille

    Sandra Vazquez

    Mi piace

  4. 

    Buon giorno dott.
    Le chiedo un parere. Ho 31 anni appena compiuti alla ricerca di un bimbo da 1 anno e 9 mesi senza alcun successo.
    FSH al 5 giorno: 9,23 mU.I/ml
    TSH uIU/ml 1,22
    Progesterone al 21 giorno: ng/ml 18,46
    AMH ng/ml 2,69
    conta follicoli antrali: 13
    Sono stata da diversi specialisti, l’ultima mi ha spiazzato dicendomi che ho FSH molto alto e anche l’AMH è basso per la mia età. Preciso che l’esame del liquido seminale di mio marito è assolutamente buono e anche la spermiocoltura e la ricerca di ormoni Antispematozoo, oltre alla visita andrologica,. Ho fatto anche la sonoisterosalpingografia che ha confermato la pervarietà bilaterale della tube. Nella mia storia familiare ho ipertiroidismo da parte di padre e nonna materna. Può influire sul concepimento?
    Che esami potrei fare ulteriormente? Riuscirò a concepire naturalmente?

    Mi piace

    • 

      Salve
      ho visto i suoi esami e in effetti l’FSH sembra lievemente alto e l’AMH lievemente basso . però non sembrano valori tali da impedire un concepimento. In questi casi comunque per valutare bene la riserva ovarica dovrebbe rieseguire di nuovo gli esami cercando di andare in un laboratorio che nella sua zona sia specializzato in dosaggi ormonali. Deve eseguire gli esami il 2° o 3° giorno del ciclo, nel dettaglio FSH, LH, E2, PRL e AMH. Per quanto riguarda la tiroide non credo ci siano problemi con un TSH di 1,22 mUI/Ml. gli esami che doveva fare sono questi, non ce ne sono altri. Se vogliamo essere puntigliosi io farei l’isterosalpingografia e non la sonosterosalpingografia per la valutazione della pervietà tubarica.

      Mi piace

      • 

        Grazie, gli esami sono stati fatti in centri specializzati privati di zona, in strutture dove sono presenti centri di PMA. La specialista mi ha prescritto di rifare FSH LH E2 e TSH al 3 giorno (anziché al 5). Senza proseguire con IUI o FIvet/ICSI ci sono possibili cure ormonali da poter fare?

        Mi piace

  5. 

    Gent.mo Dottore,
    La contatto perché ho sentito parlare di lei e ho letto molti articoli a suo riguardo.
    Sarei interessata a capire le sue idee sulla mia situazione ed eventualmente procedere ad un primo appuntamento presso il suo centro.
    Sono una ragazza di 32 anni e il mio compagno di 49 anni.
    Sono 2 anni che proviamo ad avere una gravidanza senza successo.
    Il mio compagno ha uno spermiogramma ottimo e ha gia due bambini da un precedente matrimonio.
    Io mi sono sottoposta a tutte le analisi possibili. Tiroide va bene. FSH è buono e anche tantissimi altri valori.
    Valori in 3 giornata:
    FSH 6.11 (range 3.35-21.63)
    LH 5.07 (range (2.89-21.72)
    E2 25
    Ripetuti dopo tre mesi stesso laboratorio (nel frattempo sto facendo una cura con crimine 8 gel)
    FSH 6.16
    LH 3.27
    E2 56
    Valori Progesterone
    21 giornata- 26.4 (range 2.5-28)
    23 giornata 13.2
    25 giornata 11

    Unico valore non buono è AMH che è risultato di 1.10 settembre dell’anno scorso.
    L’anno scorso mi sono sottoposta a un ciclo di fecondazione in vitro (ICSI) presso un centro di Bologna. Stimolata con 250 Meropur ho prodotto 12 follicoli. ovviamente visto il mio AMH basso al centro è sembrato un ottimo risultato.Di questi ovuli 9 si sono fecondati. Il ginecologo del centro ha deciso di portare gli embrioni a Blastocisti e siamo arrivai in ultima giornata con 3 blastocisti.
    1 blastocisti è stata trasferita e le altre due sono morte subito dopo senza poter congelare. Ovviamente non sono rimasta incinta. Ho avuto il ciclo ancor prima di poter fare le Beta .
    Il centro di Bologna non ha saputo darmi nessuna spiegazione dell’accaduto, mi ha detto che probabilmente la qualità dei miei ovociti non è buona nonostante la mia giovane età. Anche se in precedenza mi era stato sempre detto che la qualità degli ovociti dipende dall’età della paziente.
    Dopo questa esperienza ho deciso di rivolgermi ad un altro medico che ha deciso di trattarmi con Crinone8 gel che sto prendendo da 5 mesi. Da quando faccio questa cura ho risolto molti problemi di sindrome premestruale che avevo (Spotting, forte nausea, vertigini, mal di testa e forti dolori di schiena) tutto è sparito. Sono molto contenta del risultato ottenuto in termini di salute però non so se questa è la scelta giusta per ottenere una gravidanza.
    Sono in una fase in cui sono molto indecisa se provare un’altra fecondazione. Da una parte vorrei provare da un’altra parte temo che una fecondazione possa abbattere in termini di numero il numero dei miei ovociti. Potrebbe darmi chiarimenti al riguardo?
    Lei cosa mi consiglia visto la situazione che le ho illustrato?

    Mi piace

  6. 

    Buonasera Dott, un info, posso rifare di nuovo tutti i dosaggi subito dopo una IMSI FALLITA ? sono al 2′ giorno del ciclo ( e due giorni fa mi hanno confermato beta negative ) .

    Mi piace

  7. 

    Salve,
    ho 39 anni appena compiuti e non ho un compagno al momento. Questi sono i risultati delle mie analisi
    ormonali al 4g di ciclo:
    Tireotropina (TSH) 1.54 mU/L
    17Beta – Estradiolo (E2) 0.11 nmol/L
    Follicotropina (FSH) 5.5 U/L
    Luteotropina (LH) 5.2 U/L
    Prolattina 184 mU/L
    Ormone Anti-Mulleriano (AMH) 0.67 ng/mL
    Il mio medico sostiene che la mia situazione non sia disperata e che dall’ecografia interna risulta che
    io abbia una normale ovulazione e che ci siano diversi follicoli. Lui sostiene che nella mai situazione
    avrei molte piu’ chance di concepimento con normali rapporti sessuali che tentando un’inseminazione
    artificiale all’estero con seme da donatore visto che in Italia non e’ possibile, lei cosa ne pensa?

    Mi piace

  8. 

    Buonasera,
    Ho 40 anni, una gravidanza naturale portata a termine 3 anni fa, e due tentativi falliti di ICSI alle spalle.
    La mia situazione è critica per via dei valori di fsh alto (19) e amh basso (0,1)
    In entrambe le ICSI ho risposto bene alle stimolazioni, in terza giornata sono stati trasferiti 2 embrioni top quality di 8 cellule (gli altri meno belli congelati), ma ogni volta al 14o giorno post transfer è sempre arrivato il ciclo.
    Secondo lei, rimane solo l’ovodonazione?
    Grazie, Elisabetta

    Mi piace

  9. 

    Buongiorno dottore,
    vorrei avere un suo parere sulla mia situazione.
    Ho 36 anni, normopeso, menarca a 10 anni e buone condizioni di salute. Il ciclo è sempre stato regolare e di durata 25gg prima delle stimolazioni.
    Ricerca di gravidanza da gennaio 2015 senza alcun risultato.
    Da ottobre 2015 monitoraggi. Valori in 4a giornata: FSH 8,3, LH 2,7, progesterone 0,23 , 17 betaestradiolo 107 , prolattina 16,8.
    Crescita in media di un follicolo dominante per ciclo.
    Effettuata a dicembre 2015 curettage per ipotesi di polipo del canale cervicale (suggerito da referto isteroscopia) non riscontrato poi in operazione.
    Effettuate tre stimolazioni di Clomid (1 pastiglia/giorno per 5 giorni a partire dal 5° giorno) che ha portato a produzioni di cisti, smaltite poi nei cicli successivi.
    Da maggio 2016 mi sono rivolta ad un centro specializzato in PMA. Sono stati rilevati questi valori:
    • Antimulleriano 0,2mg/ml (intervallo di riferimento 2-5, metodica CIMIA).
    • Valori in terza giornata : FSH 6,9, LH 6, prolattina 17, 17 beta estradiolo (E2) 125,4
    • La tiroide, mai misurata prima, era molto alta (TSH 27) a maggio e dopo averla curata si è normalizzata arrivando a TSH 1,24 e FT4 1,31.
    • Ecografie effettuate presso il centro a maggio e giugno 2016 evidenziavano forme normali ed ancora un effetto residuo dei cicli di clomid (ovaio destro in sede mobile di volume inferiore alla norma di aspetto omogeneo con un follicolo antrale; ovaio sinistro in sede mobile di volume regolare, aspetto multifollicolare con follicolo dominante/cisti residua anecogena 17mm e 3 follicoli astrali – rilevati in quarta giornata).
    • Effettuati esami genetici di cariotipo e ricerca di mutazioni FRAXA: tutto ok.
    Attualmente è stato impostato un programma terapeutico: assunzione di pillola Ginoden dal primo giorno del flusso di ottobre per 22gg. Dopo 4 giorni inizio assunzione di Enantone Die 0,2 e dal giorno successivo Gonal F 450. L’attuale terapia, arrivati al 9° giorno, non ha prodotto nessun follicolo di dimensione rilevante.
    Ho qualche speranza per una omologa?
    Grazie anticipatamente per il suo importante parere

    Mi piace

  10. 

    Buongiorno. Sono una donna di 42 anni e sono alla ricerca di una gravidanza. ieri ho ritirato esami FSH E AMH; di seguito esito:
    AMH= 0,50 nanog/mL (0,19 – 9,13)
    FSH= 11,2 mUI/mL (fase follicolare 3,5 – 12,5)
    (fase ovulatoria 4,7 – 21,5)
    (fase luteale 1,7 – 7,7)
    (postmenopausa 25,8 – 134,8).
    Non sono affatto buoni risultati vero?
    Devo ricorrere a tecniche di fecondazione assistita ?
    Attendo vs cortese riscontro.
    Grazie

    Mi piace

  11. 

    Buongiorno. Sono una donna di 42 anni e sono alla ricerca di una gravidanza. ieri ho ritirato esami FSH E AMH di seguito esito:
    AMH= 0,50 nanog/mL (0,19 – 9,13)
    FSH= 11,2 mUI/mL (fase follicolare 3,5 – 12,5)
    (fase ovulatoria 4,7 – 21,5)
    (fase luteale 1,7 – 7,7)
    (postmenopausa 25,8 – 134,8).
    Non sono affatto buoni risultati vero?
    Devo ricorrere a tecniche di fecondazione assistita ?
    Attendo vs cortese riscontro.
    Grazie

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...