Cosa fare dopo il transfer degli embrioni

Cosa fare dopo il transfer degli embrioni é la domanda che viene sempre posta quando la coppia ultima il suo trattamento di fecondazione assistita. Il destino dell’embrione una volta ritrasferito nella cavità uterina dovrebbe essere quello di annidarsi. Questo evento purtroppo non si può influenzare attivamente. Questo è anche il momento più stressante per la paziente ( la coppia ) che chiede cosa si debba fare e cosa non si debba fare per migliorare le possibilità di impianto embrionario. Prima di tutto bisogna eseguire correttamente la terapia farmacologica raccomandata dal centro per il post transfer che normalmente consiste nel Progesterone e nell’Acido Folico, più altri farmaci come l’Aspirinetta, il Cortisone o l’Eparina in altre situazioni particolari.

traasferimento embrioni, embryo transfer, rimettere gli embrioni in utero

Cosa fare dopo il transfer degli embrioni : il riposo

Questa forse é la domanda più spesso posta. Dopo il trasferimento degli embrioni che tipo di vita devo svolgere? Io consiglio una vita normale. In realtà il problema si pone già come fare per far ritorno alla propria casa soprattutto se lontana, usare l’automobile, il treno , l’aereo? in realtà tutti questi fattori non sono poi così importanti, e a meno che il viaggio di ritorno a casa non sia troppo lungo e disagevole si può tornare a casa e con qualsiasi automezzo.

Cosa fare dopo il transfer degli embrioni : rapporti sessuali

Avere rapporti sessuali dopo il trasferimento embrionario non sembra influenzare le percentuali di successo ; comunque in via precauzionale viene sconsigliato di avere rapporti i 5 giorni successivi al trasferimento embrionario che sembrano essere i più cruciali. Poi si possono avere rapporti sessuali tranquillamente.

Cosa fare dopo il transfer degli embrioni : alimentazione

Anche l’alimentazione sembra essere poco importante nel post-transfer. Vanno seguite le stesse raccomandazioni della gravidanza iniziale. Se la paziente non é immune alla toxoplasmosi ( l’esame dovrebbe averlo fatto prima di procedere alla fecondazione assistita ) dovrebbe :

  1. evitare carne cruda o insaccata
  2. lavare bene con bicarbonato frutta e verdura

Alcune accortezze che sembra inutile ricordare ma ugualmente le ricorderemo sono le seguenti :

  1. Evitare fumo, caffè, caffeina, alcool e droghe

Raccomandazioni dopo il transfer: non assumere altre medicine oltre a quelle consigliate

 Una volta ritrasferito l’embrione nella cavità uterina la paziente dovrebbe assumere solo i farmaci consigliati dal centro di fecondazione assistita. E’ ben noto l’effetto teratogeno di molti farmaci soprattutto nelle settimane iniziali, pertanto qualora la paziente dovesse necessitare di altri farmaci deve assolutamente contattare il medico del centro.

Consulta anche il sito Riproduzioneassistita